Slider
Slider
slider estate

Parco Naturale di Paneveggio

Non solo la musica del vento. Dagli abeti della foresta di Paneveggio si ricavano i violini e le tavole armoniche più famose del mondo. Al confine con il Veneto, l’area protetta è il regno del cervo, che si può ammirare nel suo splendore presso il centro visite. Sopra i boschi e le malghe, dove assaporare burro e formaggi, svettano le dolomitiche Pale, con i vivaci colori in contrasto alle scure rocce del selvaggio Lagorai.

Nato nel 1967 attorno ai boschi della Magnifica Comunità di Fiemme che per secoli fornirono prezioso legname alla Serenissima Venezia, il parco ospita la catena delle Pale di San Martino-Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e l’altopiano descritto dagli esploratori inglesi ma anche da Dino Buzzati, con il piccolo ghiacciaio della Fradusta. Ottimi sentieri e rifugi ospitali garantiscono escursioni e scalate memorabili. Al Colbricon, tra i laghetti e le rocce vulcaniche dei Lagorai, sostavano gli antichi cacciatori del Mesolitico, mentre secoli di vita montanara, con gli usi, i costumi ed i sapori sono raccontati nel prezioso Ecomuseo del Vanoi con il suo sentiero etnografico. A Villa Welsperg presso Tonadico, nella stupenda Val Canali, c’è la sede del parco con il centro visite. Altri centri si trovano a Paneveggio, San Martino di Castrozza ed a Canal San Bovo.

Newsletter

sempre informato su offerte e novità



trentino raftin center

Seguici su Facebook

Resta sempre aggiornato


Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet