Slider
Slider
slider estate

Il Canyon Rio Sass di Fondo in Val di Non

Canyon sul Rio Sass: suggestiva escursione in Val di Non

Senza dubbio una delle più belle e conosciute escursioni nei canyon della Val di Non. Il centro storico del paese di Fondo è perfettamente tagliato in due dalla gola scavata dalle acque del Rio Sass. Nel 2001, attraverso una mirabile operazione di messa in sicurezza su passerelle metalliche, è stato aperto questo percorso che permette per la prima volta, dopo millenni, di penetrare nel fondo di un mondo oscuro fatto di strette pareti rocciose e incantevoli giochi di luce.

Il punto di ritrovo con l’accompagnatore avviene presso l’ufficio della Cooperativa Smeraldo a Fondo in piazza S. Giovanni dove è possibile parcheggiare la macchina. Dal centro storico di Fondo si scende accompagnati dalla guida verso la parte più bassa del paese dove si incontrano alcune belle testimonianze del passato quali un tradizionale lavatoio e un antico mulino ad acqua. Qui è anche presente un ben fornito negozio di prodotti tipici locali. La guida ha cura di fornire l’equipaggiamento necessario per la visita in forra: mantellina impermeabile, elmetto e radiolina ricevente per seguire le spiegazioni lungo il percorso.

Ci si immette dunque nella forra seguendo la via di passerelle metalliche. Il primo tratto del percorso è veramente suggestivo perché si svolge nel cuore pulsante del centro storico del paese, dal basso del canyon infatti ci si muove tra le fondamenta delle antiche abitazioni costruite a strapiombo sulla profonda gola. Proseguendo oltre lo spettacolo si fa ancora più incredibile. Ci si sposta per svariate centinaia di metri tra strettissime pareti di roccia che in certi punti si restringono fino a raggiungere una distanza minima di soli 25 centimetri. La gola si estende per ben 800 metri, interamente percorsa dalla passerella metallica che conta un totale di 337 scalini e si innalza sopra il profondo canyon del Rio Sass; la passerella nel suo punto più alto è posta a ben 90 metri dal suolo.

L’intero percorso si trasforma in un suggestivo viaggio tra giochi di luci ed ombra che si stagliano su impervie rocce ricoperte di muschi e licheni dai colori smeraldi e vermigli. Le particolarità naturalistiche e geologiche che si incontrano lungo il tragitto sono davvero tante: dalle marmitte dei giganti ai fossili, passando per stalattiti e stalagmiti, senza dimenticare la ricca fauna che abita il torrente. Dopo il percorso in forra, caratterizzato dal frastuono dell’acqua che scorre impetuosa tra la roccia, si esce invece in una verde cornice stranamente silenziosa, dove il Rio Sass scorre più placidamente baciato finalmente dai raggi del sole. Il ritorno avviene ripercorrendo in salita l’intero tragitto dell’andata.

Al termine della visita al Canyon Rio Sass chi vuole può continuare il percorso nelle gole di Fondo sempre costeggiando il torrente, ma questa volta in direzione opposta, fino a raggiungere l’incantato Lago Smeraldo di Fondo attraverso una romantica passeggiata illuminata anche di notte.

Info e foto per gentile concessione di APT Val di Non © RIPRODUZIONE RISERVATA

Newsletter

sempre informato su offerte e novità



trentino raftin center

Seguici su Facebook

Resta sempre aggiornato


Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet